25. 11. 2020 Ultimo Aggiornamento 25. 11. 2020

Come sono cambiati gli italiani negli ultimi trent’anni: conferenza all’Università di Trento

Categoria: Inchieste

Si aprirà oggi pomeriggio alle 14 e proseguirà domattina, presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale dell’Università di Trento, la prima conferenza italiana European values study.

La famiglia è ancora in cima alla scala dei valori degli italiani o ha perso importanza nel tempo? E l’Italia può ancora definirsi un paese cattolico? Siamo davvero di fronte a una crisi di fiducia nelle istituzioni e nei partiti? Come si è modificato l’atteggiamento della gente verso l’immigrazione? La crisi ha favorito la solidarietà o ha invece sviluppato competizione sia tra coetanei sia tra generazioni diverse?

A queste e ad altre problematiche, i relatori cercheranno di dare risposte.

Protagonisti dell’incontro saranno alcuni dei ricercatori più impegnati a livello europeo nello studio sui cambiamenti dei valori e che utilizzano nelle loro ricerche i dati del progetto European Values Study.

Nell’ambito del progetto, nato nel 1981 e riproposto ogni 9 anni, vengono raccolti e analizzati dati su valori, identità e opinioni su temi di attualità attraverso interviste a campioni rappresentativi della popolazione in oltre 40 paesi europei.

La conferenza di Trento intende esplorare l’evoluzione degli orientamenti valoriali degli italiani negli ultimi tre decenni (dagli anni Ottanta a oggi) collocandoli all’interno del più ampio quadro europeo. Particolare attenzione sarà posta al ruolo che il territorio e le esperienze condivise da persone della stessa generazione possono avere sul processo di cambiamento sociale.

«Uno degli scopi della conferenza – spiega Cristiano Vezzoni, docente del Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale e membro del comitato scientifico della Conferenza – è offrire una possibilità di confronto a ricercatori di eccellenza italiani e europei che si occupano di ricerca sul cambiamento dei valori e che utilizzano nella loro ricerca i dati EVS. Dal 2008 il gruppo italiano Evs è coordinato dal professor Giancarlo Rovati dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, che ha anche collaborato all’organizzazione di questa conferenza. Vorremmo quindi riuscire a coinvolgere altri ricercatori italiani che coadiuvino il nucleo di lavoro esistente nella prossima raccolta dei dati Evs in Italia. La quinta edizione del progetto è infatti in programma nel 2017».

La scelta dell’Università di Trento come sede della prima conferenza italiana Evs non è casuale. «Sociologia di Trento – racconta Vezzoni – ha una lunga tradizione negli studi sui valori, già dagli anni Ottanta con il professor Renzo Gubert e con il professor Gabriele Pollini. E la conferenza ha anche l’obiettivo di rinnovare questa tradizione».

Per partecipare ai lavori, ci si potrà iscrivere direttamente al desk che si troverà nella sede dei lavori (Trento - Via Verdi, 26).

Sulla pagina web dedicata (http://events.unitn.it/evs2015), il programma con gli interventi dei relatori e altre informazioni sull'evento.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più