24. 01. 2019 Ultimo Aggiornamento 04. 01. 2019

Banche: relazione commissione d’inchiesta una beffa per 500 mila famiglie truffate

La relazione della commissione di inchiesta sulle banche, approvata a maggioranza, con 19 favorevoli tra Pd e centristi e 15 contrari (6 assenti), una farsa oltre la tragedia per 500.000 famiglie azzerate, con il concorso di Bankitalia, Consob, Governo e ministro dell’Economia Padoan, che dopo aver approvato il Bail-In (esproprio criminale del risparmio), a loro insaputa erano andati a Bruxelles col cappello in mano e avevano spergiurato sulla solidità del sistema bancario italiano.

Leggi Tutto

Conti correnti, costi di gestione alle stelle: per difendersi, cambiare banca

Come previsto dall’Osservatorio Adusbef e già annunciato nel dicembre 2017, confermata la stangata tariffaria su quasi tutte le tipologie di conti correnti (a pacchetto, convenzionati, on-line, senza risparmiare i giovani, le famiglie, i single, i pensionati, i professionisti, ecc.), per addossare ancora una volta ai correntisti (obbligati dalla Legge “Salva Italia" del governo Monti, ad avere un conto corrente bancario), la dissennata gestione del credito e del risparmio, con aumenti medi quantificati in 38 euro l’anno.

Leggi Tutto

Anatocismo bancario: sanzione Antitrust di 11 milioni, solo punta di iceberg

La sanzione Antitrust di 11 milioni di euro (5 mln per Unicredit, 4 mln per Bnl e 2 per Intesa San Paolo) inflitta alle tre più importanti banche (che detengono quote di mercato per quasi la metà degli impieghi bancari), per aver adottato condotte aggressive, in violazione degli articoli 24 e 25 del Codice del Consumo, aventi ad oggetto la pratica dell‘anatocismo bancario, ovvero il calcolo degli interessi sugli interessi a debito nei confronti dei consumatori, rappresenta solo la punta dell’iceberg di un gigantesco indebito, in aperta e conclamata violazione di legge praticata consapevolmente e dolosamente dal 1 gennaio 2014 al 30 settembre 2016.

Leggi Tutto

Crac MPS: dopo l’assoluzione degli ex vertici, sempre più evidenti le responsabilità di Bankitalia e Consob

Se era tutto alla luce del sole e nessuno ha nascosto a Consob e Bankitalia il contratto sui derivati che hanno mandato a picco MPS - la banca più antica, che proprio per quei prodotti finanziari, ha dovuto subire salvataggi pubblici a carico dei contribuenti - come sancito dalla Corte d’Appello di Firenze, che ha assolto, “per non aver commesso il fatto”, l’ex presidente Giuseppe Mussari, l’ex DG Antonio Vigni, l’ex responsabile della finanza Gianluca Baldassarri dall’accusa di ostacolo alla vigilanza per la ristrutturazione del derivato Alexandria, vuol dire che le Autorità vigilanti erano in grado di conoscere i rischi nascosti nei contratti.

Leggi Tutto

Sei arrivato fin qui...continua a leggere

banner iscriviti sindacato

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più