06. 05. 2021 Ultimo Aggiornamento 04. 05. 2021

Enea: un'Agenzia per l'uso efficiente delle risorse può creare 500 mila posti di lavoro

Categoria: Altri Enti

efficienza risorseDare vita a un'Agenzia per l'uso efficiente delle risorse, sull'esempio di Paesi come Germania, Regno Unito, Stati Uniti e Giappone, per promuovere la transizione verso un'economia circolare, un modello virtuoso che potrebbe creare oltre 500 mila nuovi posti di lavoro a livello nazionale. La proposta è stata lanciata il 5 maggio scorso, in occasione del convegno "L'Italia verso l'economia circolare. Gli strumenti operativi per una gestione efficiente delle risorse", organizzato dall'Enea.

L'economia circolare può generare importanti benefici per l'ambiente e il sistema produttivo, con particolare riferimento al settore manifatturiero dove si possono ottenere consistenti riduzioni dei costi di produzione tenuto conto che le materie prime incidono fino al 60% del prezzo finale dei prodotti - scrive l’Enea in un comunicato - che aggiunge “La Commissione europea stima che l'eco-progettazione, la riduzione della produzione di rifiuti e il loro riutilizzo, possono generare risparmi pari a 600 miliardi di euro per le imprese (l'8% del fatturato annuo) e ridurre le emissioni di gas serra di 450 milioni di tonnellate l'anno. E secondo un recente studio, in Italia la piena implementazione dei principi dell'economia circolare lungo l'intera catena del valore (che comprende progettazione, produzione, uso e gestione del fine vita dei prodotti) potrebbe creare 541 mila nuovi posti di lavoro, a fronte di soli 35mila in uno scenario business as usual”.

"La transizione verso un'economia circolare - ha sottolineato il presidente dell'Enea, Federico Testa - è fondamentale e la creazione di un'Agenzia per l'uso efficiente delle risorse consentirebbe di rendere disponibili, attraverso un approccio sistemico, tecnologie e metodologie per una gestione eco-efficiente delle risorse e di fornire supporto diretto alla P. A., alle imprese, in particolare alle Pmi, e alle filiere produttive".

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più