Categoria: Cnr

Nel corso della riunione di contrattazione integrativa di oggi, 11 marzo 2010, con la delegazione del Cnr guidata dal direttore generale Fabrizio Tuzi, sono stati affrontati numerosi argomenti.

Il dg ha preliminarmente comunicato che l'amministrazione ha gia' provveduto ad erogare alla rete scientifica 8 dei 26 milioni di euro pervenuti dal Miur.

Sulla annosa questione dei buoni fruttiferi postali legati all'indennità di buonuscita, che per alcuni anni in passato il Cnr non ha acquistato, con ciò creando un danno a numerosi colleghi oggi in quiescienza, l'amministrazione, che nel 2008 ha subito una dura sconfitta in Cassazione, ha deciso di proporre agli interessati un accordo transattivo, al fine di evitare ulteriori soccombenze giurisdizionali.

Sono allo studio poi, i criteri per l'applicazione delle norme contrattuali in materia di anticipazione di fascia per tecnologi e ricercatori. A tal fine, il Cnr ha accantonato la somma di 360 mila euro, pari a circa 65 posizioni.

A breve, dovrebbe essere indetta una selezione interna per l'attribuzione di valorizzazione professionale (art.42 CCNL 7-10-1996 e art.5 CCNL 13-5-2009). Si tratta di 50 posizioni da assegnare al personale di livello 4 del profilo CTER.

In merito al piano di fabbisogno del personale approvato dalla Funzione Pubblica per effetto del turn-over 2009/2010, il Cnr si appresta a rimodulare parzialmente il numero di unità previste nel III livello (140 ricercatori e 75 tecnologi), con un numero inferiore di pozioni di I e II livello. Confermate, invece, le posizioni previste per i livelli IV-VIII (55 funzionari di amministrazione V livello, 197 CTER VI livello, 58 collaboratori di amminstrazione VII livello).

Sull'applicazione dell'art. 3 e 23 del CCNL 2006/2009, ai fini della progressione di profilo, il Cnr starebbe valutando l'applicazione anche alla luce della legge 150/2009 (decreto Brunetta). Il numero di progressioni possibili sarebbero circa 25 da collaboratore di amministrazione a funzionario di amministrazione; 60 da operatore tecnico a collaboratore tecnico; 35 da operatore di amministrazione a collaboratore di amministrazione.

L'ultimo argomento affrontato ha rigurdato la formazione del personale. Il Cnr ha stanziato la somma di 2,9 milioni di euro per gli anni 2008-2009 e 1,3 milioni di euro per il 2010. Sulle modalità di erogazione, la delegazione dell'ente ha convenuto che le procedure attualmente previste per la "fase a regime" si sono mostrate complesse e poco efficaci, per cui, anche su segnalazione di Usi/Rdb Ricerca, ha predisposto una procedura tendente alla semplificazione del processo di attribuzione agli interessati delle proposte formative, prevedendo che per la quota individuale i singoli dipendenti possano presentare direttamente proposte formative con un tetto massimo di euro 2.300,00 pro-capite.

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più