Categoria: Cnr

di Ivan Duca

Oggi 22 marzo 2010 alle ore 10.00, presso la sede centrale del Cnr, si è tenuta una contrattazione integrativa. Con la delegazione guidata dal dg Fabrizio Tuzi, presenti i direttori centrali Claudio Battistoni e Alessandro Preti, sono stati affrontati importanti argomenti.

La prima questione è stata quella relativa all'applicazione dell'art.8 comma 3 CCNL 7/4/2006, per le progressioni economiche del personale IV - VIII posto ai livelli apicali dei vari profili. L'amministrazione, nonostante i pareri non pienamente confortanti del Ministero delle Finanze e del Dipartimento della Funzione Pubblica, ha deciso di bandire 346 posizioni per i circa 300 dipendenti che, ad oggi, risultano avere i requisiti per partecipare alla selezione. Tale situazione di grave ritardo nell'applicazione di una norma contrattuale, si è determinata per le lungaggini burocratiche che nel Cnr troppo spesso si verificano.

Ancora da definire, invece, la questione relativa ai concorsi interni per ricercatori e tecnologi ex art. 15, con decorrenza 1° gennaio 2009. Per mercoledì prossimo è previsto un incontro della dirigenza del Cnr con la Funzione Pubblica, al fine di stabilire la legittimità o meno, sia alla luce della sentenze della Corte di Cassazione che del decreto legislativo n. 150/2009 (c.d. Brunetta), l'utilizzo delle selezioni interne in luogo del concorso pubblico con riserva per gli interni del 50%.

L'Amministrazione, successivamente, ha sottoposto alla delegazione una prima bozza di rimodulazione relativa ai concorsi da bandire nel 2010 e nel 2011, in base al turn-over 2009-2010. Restano confermati i bandi per il 2010 (turn-over 2009) per 136 posizioni dei livelli IV-VI e 10 posizioni di Tecnologo, già autorizzate, con previsioni di pubblicazione dei bandi nel mese di giugno 2010. Per le nuove posizioni previste (Dir. di Ricerca, Dir. Tecnologo, Primo Ric., Primo Tec., Dirigenti di I e II fascia), il Cnr dovrà chiedere le necessarie autorizzazioni ai ministeri competenti per la rimodulazione del piano di fabbisogno triennale e l'autorizzazione a bandire.

Inoltre, il direttore generale, in applicazione del contratto collettivo nazionale integrativo del 2/7/2008 art.12, ha confermato che nel prossimo mese di aprile emanerà la circolare per attivare l'erogazione agli aventi diritto delle indennità di responsabilità per i livelli IV-VIII. Sul punto, Usi/RdB Ricerca ha ribadito la richiesta di trasparenza nell'attribuzione di tali indennità, evidenziando le problematiche già emerse in fase di prima applicazione di tale accordo.

In merito all'applicazione per gli anni 2009-2010 dell'art.46 del CCNL 7/10/1996 (indennità di posizione riservata ai funzionari di amministrazione di IV e V livello), è stato precisato che saranno attivate le selezioni per le 16 posizioni ancora vacanti, delle 23 complessive (8% della dotazione complessiva di 289 unità), essendo già assegnate le restanti 7.

Infine, in merito all'ultimo punto all'odg, vale a dire l'istituto del tenure track (trasformazione dei contratti a termine in contratti a tempo indeterminato previa valutazione positiva dell'attività) il Cnr starebbe valutando la possibilità di applicarlo in futuro.

A riguardo, Usi/RdB Ricerca ha sollecitato l'Amministrazione a risolvere positivamente la vertenza del personale proveniente dall'ex INFM, dove era stato assunto proprio con contratto tenure track, che è stato inquadrato a tempo indeterminato nei ruoli del Cnr con abbattimento di tutta l'anzianità maturata. Si è trattato di un macroscopico errore al quale l'ente dovrà porre rimedio, senza attendere gli esiti di contenziosi giudiziari che lo vedrebbero sicuramente soccombere.

Sul punto, Usi/RdB Ricerca, che da tempo si è solitariamente fatto carico della questione, ha ottenuto l'impegno della delegazione del Cnr a rivedere la problematica.

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più