04. 03. 2021 Ultimo Aggiornamento 03. 03. 2021

Dubbi di Fazio su Cnr, Monasterio e Ssn

di Paolo Vita

A  complicare la questione Fondazione Gabriele Monasterio-Cnr c'è il fatto che alcuni dipendenti del Consiglio nazionale delle ricerche hanno scelto di praticare la professione medica in forma privata  (con tanto di listino prezzi) presso le strutture della Fondazione, in base alla legge che prevede, solo per il personale medico del servizio sanitario nazionale e dei policlinici universitari, il regime dell'intramoenia.

Leggi Tutto

Cnr, Libro bianco e concorsi articolo 64 intera commissione rinviata a giudizio

di Alex Malaspina

In uno dei numerosi articoli dedicati dal Foglietto alla vicenda dei concorsi interni ex articolo 64 per ricecatori e tecnologi, banditi dal Cnr nel 2004,  è stato scritto che  tra le tante aberrazioni narrate nel Libro bianco redatto da Usi/RdB, vi sono anche quelle relative all’area disciplinare Scienze della Terra, per 16 posti di dirigente di ricerca.

Leggi Tutto

I luminari al capezzale del Cnr sono costati 1,3 milioni di euro

Redazione

Il Cnr ha pagato circa 1,3 milioni di euro per le attività di valutazione. A svelarlo al Foglietto è stata la Relazione sulla gestione del Cnr del 2009.

Molti ricorderanno che i risultati del Panel generale, diffusi in anteprima dal Foglietto (n. 14/2010), sollevarono due interrogativi: quali i costi e quale l'utilità?

Mentre i costi oggi sembrerebbero chiari, molti sono ancora i quesiti relativi all'utilità della valutazione per il periodo 2004-2007, quando l'Ente aveva un managment diverso.

Infatti, il Cnr di oggi, oltre ad avere Maiani come presidente, ha profondamente cambiato la propria rete di ricerca affidando gli Istituti a direttori-manager, con stipendi annui di circa 125 mila euro, senza obbligo di valutazione e/o di raggiungimento di obiettivi.

In tanti ora si chiedono se il Panel sia stato solo un'operazione di facciata. Fine a se stessa.

Il Cnr scrive alla Fondazione Monasterio: illegittimo l’utilizzo di personale dell’ente

di Paolo Vita

Dopo l'avvio di un'inchiesta della Corte dei conti, l'approvazione di una legge regionale della Toscana per trasformare la Monasterio in ente di diritto pubblico ma impugnata in parte qua dalla presidenza del Consiglio dei Ministri davanti alla Corte Costituzionale e dopo la redazione dell'ennesimo bilancio del Cnr che mostra l'ente in seria difficoltà gestionale (fino alla costituzione della Monasterio, le attività dell'Ifc portavano annualmente nella casse dell'ente circa 45 mln l'anno) il Cnr cerca una via d'uscita.

Leggi Tutto

Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più