28. 11. 2020 Ultimo Aggiornamento 27. 11. 2020

I semi del cibo a rischio. Campagna per la difesa dell'agro-biodiversità

Categoria: Manifestazioni

di Pietro Perrino*

Dal 4 ottobre 2011, giorno di pubblicazione del danno provocato alla collezione di CYNARA, nessuno del CNR è intervenuto per ostacolare lo scempio e nessuno ha fatto un commento a quanto pubblicato.

Mi risulta che solo la giornalista o film maker Nicoletta Fagiolo, che prima dell'estate aveva intervistato alcuni attori e/o resposabili della Banca del Germoplasma del CNR di Bari, ha pensato di divulgare i contributi di Usi-Ricerca pubblicati su Il Foglietto.

Speriamo che qualcosa di concreto si muova per salvare il germoplasma. Certo lascia quasi senza parole constatare che di fronte alla distruzione di un patrimonio dell'umanità d'inestimabile valore la gente resti inerme. Non si tratta di mettere mani al portafoglio, ma di esprimere un'opinione attraverso un commento. Niente di tutto questo.

La gente ha problemi di altro genere e a tutto pensa tranne che a trovare il tempo per far sentire la sua voce per sostenre una giusta causa. Ciò avviene anche per tanti altri drammi del nostro Pianeta.

Dunque è tutto normale. Ma per chi quel germoplasma lo ha reperito e messo in sicurezza per il bene dell'umanità risulta difficile mandare giù la pillola amara del CNR e della lobby degli OGM (organismi geneticamente modificati), che mira a distruggere tutte le banche di germoplasma del mondo, dove forse ancora si conservano circa 7 milioni di accessioni (campioni) di germoplasma.

Le multinazionali degli OGM  temono la concorrenza delle risorse genetiche conservate nelle banche di germoplasma. La temono perché sanno che la biodiversità presente nelle collezioni di germoplasma e in natura è l'unico vero ostacolo ai loro brevetti OGM.

AUGURI PER UN BUON NATALE E ANNO NUOVO, ma non dimenticate che i semi della banca del germoplasma di Bari stanno morendo per incuria del CNR. Si sta consumando uno scempio e spero tanto che esso sia bloccato e che un giorno i responsabili paghino, altrimenti a pagare le conseguenze di questo dramma sarà la collettività.

*già direttore Igv-CNR

L'appello della giornalista Nicoletta Fagiolo

Salve e Buon Natale a tutti!!

Non capisco perche non si sta prendendo una posizione sulla questione della banca del germoplasma di Bari.

Basterebbe un bell'articolo di Carlo Petrini o altri su un quotidiano nazionale.

Le ultimissime notizie sono che ora stanno BRUCIANDO i SEMI a Bari per evitare un controllo che proverebbe la loro precaria situazione! Inoltre anche la più bella collezione di carciofo è a rischio.

http://www.usirdbricerca.info/index.php?option=com_content&view=article&id=1618:il-cnr-corre-ai-ripari-per-salvare-il-carciofo&catid=115:fogliettino&Itemid=531

http://www.usirdbricerca.info/index.php?option=com_content&view=article&id=1510:e-allarme-al-cnr-troppa-acqua-al-carciofo&catid=115:fogliettino&Itemid=531

Vi prego di prendere atto della faccenda e di fare qualcosa a livello mediatico.

Un video al riguardo : http://www.youtube.com/watch?v=uUxrQtEqcG8&list=UUB1oPVjIU61Sca6SbSdH1-Q&index=6&feature=plcp

Cordiali saluti, Nicoletta Fagiolo

La risposta di Grazia Francescato

Caro Pietro,
prima di tutto, grazie per gli auguri che ricambio a te e a tutti.
Quanto alla banca dei semi, ho subito inviato una mail all'assessore
Stefàno per sapere come stanno le cose; appena avrò la risposta
(immagino dopo Natale) mi rimetterò in contatto con voi.
Sono disponibile anche a venire apposta a Bari, se necessario, dopo le
vacanze di Natale.
Teniamoci in stretto contatto. Cordiali saluti
Grazia Francescato


Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più