30. 10. 2020 Ultimo Aggiornamento 30. 10. 2020

Luca Abbà, leader storico del Movimento No Tav, lotta contro la morte

Categoria: Manifestazioni

Redazione

Blocchi stradali, irruzioni sui binari, presidi, cortei.

La protesta dei No Tav contro il supertreno fa salire la tensione in Val di Susa e arriva in altre città d'Italia con la forma del "flash mob": azioni rapide, improvvise, tambureggiate su blog e social network per bloccare una strada (come la tangenziale di Torino), un treno (come il Frecciargento a Lecce) o danneggiare un portone (come quello dell'Associazione degli industriali a Ferrara).

 

In Valsusa è stata ancora una notte e una giornata di forte tensione: in due occasioni la Polizia ha usato idranti e lacrimogeni per allontanare le centinaia di attivisti che avevano occupato l'autostrada A32 Torino-Bardonecchia.

Nella notte all'altezza di Salbetrand, c'é stata la prima azione di sgombero.

Alla battaglia contro la Tav Torino-Lione si è aggiunta la rabbia per l'incidente di Luca Abbà,37 anni, leader storico del Movimento No Tav della Val Susa ricoverato in gravissime condizioni: è rimasto folgorato dopo essersi arrampicato su un traliccio a Chimonte (Torino).

Le sue condizioni sono stazionarie ma - dicono i medici - reagisce bene alle terapie intensive.


Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più