29. 06. 2017 Ultimo Aggiornamento 26. 06. 2017

ASN, “bocciata” commissione esaminatrice senza esperti nel settore concorsuale

Ennesima soccombenza del Miur, causata, in poche parole, dall’errata composizione della commissione di concorso. Ma andiamo con ordine. A dar torto al Ministero è stato questa volta il Tar Lazio, sez. III, con sentenza n.6186 del 24 maggio 2017, che ha accolto il ricorso di una candidata all’Abilitazione scientifica nazionale (Asn) alle funzioni di professore universitario di I fascia per il settore concorsuale 11/e4-psicologia clinica e dinamica.

Leggi Tutto

L'inquietudine e le attese dell’economia extra Ue

Siamo arrivati a metà del 2017 ma il quadro generale dell’economia internazionale non è dissimile da quello che chiudeva il 2016. Questi primi sei mesi dell’anno si sono caratterizzati per l’alto tasso di vicende politiche, circostanza che accompagnerà anche i prossimi sei mesi del 2017, e una sostanziale conferma delle politiche economiche che i principali paesi hanno seguito per tutto l’anno scorso. L’economia internazionale si sta lentamente trascinando fuori dalla crisi e l’Europa sta facendo la sua parte. Ma le situazioni rimangono complesse, aggrovigliate in problemi che non riescono a trovare una soluzione per la semplice ragione che i problemi affondano nella radice delle società.

Leggi Tutto

Per i dipendenti pubblici, interessi e rivalutazione monetaria al netto e non al lordo delle ritenute fiscali

Le Sezioni unite civili della Cassazione con sentenza n. 14429/17, pubblicata il 9 giugno 2017, hanno stabilito che deve escludersi che il calcolo della rivalutazione monetaria e degli interessi, in caso di ritardato pagamento sugli emolumenti dovuti ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni, in servizio e in quiescenza, operato al netto e non al lordo del prelievo fiscale, possa configurare una ipotesi di eccesso di delega imputabile all’autorità amministrativa demandata dal legislatore a disciplinare un tale meccanismo di computo.

Leggi Tutto

CETA, accordo fraudolento, cavallo di Troia in Europa degli interessi del Nord America

Il CETA (“Comprehensive Economic and Trade Agreement”), l’accordo che l’Unione europea ha stipulato con il Canada e che i Parlamenti nazionali devono ratificare nasconde, dietro il principio di libero scambio e l’abrogazione dei dazi, una riesumazione del TTIP, che vuole sostituire gli Stati coi Trattati, la giustizia con gli arbitrati, mettendo in serio pericolo salute, sicurezza, diritti, ambiente e salubrità dei prodotti alimentari, il cui grado di protezione fa dell’Italia un Paese all’avanguardia.

Leggi Tutto

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più