25. 01. 2021 Ultimo Aggiornamento 25. 01. 2021

Mattarellum

Categoria: Il Foglietto

Innazitutto, Buon anno a tutti. Vi ricordate il film I mostri? Nell’ultimo episodio, titolo La nobile arte, della geniale pellicola di Dino Risi c’era il pugile suonato Artemio Altidori (Gassmann) che parlando con Enea Guarnacci (Tognazzi) intercalava spesso il suo dire con un “so’ contento”.

La stessa cosa è accaduta subito dopo il discorso del Presidente Mattarella di ieri sera. I leader politici Renzi, Salvini e Meloni, che il Presidente, pur senza nominarli, ha maltrattato di brutto parlando di Europa, comunità, serietà, collaborazione, senso del dovere, solidarietà e responsabilità, cose lontanissime anni luce dai loro usi e costumi, hanno applaudito al discorso e come il “pugile suonato” Altidori "so' stati contenti".

L’unica differenza è che almeno Altidori parlando con Guarnacci, che lo vuole convincere a risalire sul ring per scontrarsi con il campione in auge Bordignon, ha un momento di lucidità: “Quello mena, mena”, dice. Poi si fa convincere e reindossa i guantoni.

Durante il breve combattimento, Altidori subisce ripetuti atterramenti e cerca di aggrapparsi a Bordignon per bloccare la gragnuola di pugni in arrivo. Alla fine crolla al tappeto e finisce cerebroleso in carrozzella.

Il trio di cui sopra ha cercato di sviare i colpi attaccandosi a qualche frase di Mattarella, proprio come il "pugile suonato" di La nobile arte. Le parole di Mattarella sono state per Renzi, Salvini e Meloni come i pugni di Bordignon per Altidori.

Solo che messi al tappeto, ora ci si dovrebbero nascondere sotto.

Aldo Pirone
Coautore del libro "Roma '43-44. L'alba della Resistenza"
www.facebook.com/aldo.pirone.7


Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più