21. 04. 2021 Ultimo Aggiornamento 21. 04. 2021

Docente che insulta allievo risponde di maltrattamenti

L’art.572 del codice penale parla chiaro: “Chiunque, fuori dei casi indicati nell'articolo precedente, maltratta una persona della famiglia o comunque convivente, o una persona sottoposta alla sua autorità o a lui affidata per ragioni di educazione, istruzione, cura, vigilanza o custodia, o per l'esercizio di una professione o di un'arte, è punito con la reclusione da tre a sette anni.

Leggi Tutto

Cnr, Ingv, Inrim, Science Park, tempo scaduto. Da domani senza presidente?

Il Ministero dell’università e della ricerca (Mur), tuttora affidato al professor Gaetano Manfredi, sta lasciando decorrere il termine del 31 gennaio 2021, senza aver provveduto al rinnovo degli organi di vertice di quattro importanti enti pubblici di ricerca quali Cnr, Ingv, Inrim, Science Park, scaduti ormai da molti mesi e tutti prorogati ex lege a causa dell’emergenza sanitaria.

Leggi Tutto

Mare e depuratori in Calabria, Italia Nostra bacchetta Arpacal

Con un comunicato diffuso ieri, la Sezione “Alto Tirreno Cosentino” di Italia Nostra ha stigmatizzato il comportamento del Direttore generale dell’Arpacal (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Calabria) che - di fronte alla richiesta di informazioni dettagliate, sottoscritta tre mesi fa da 23 Associazioni e Comitati ambientalisti tra cui la stessa Italia Nostra, in merito al controllo in corso sui depuratori costieri del Tirreno Cosentino, alla loro efficienza e funzionalità, controllo annunciato in un intervista al Corriere di Calabria del 26 agosto 2020 - non ha fornito alcun riscontro.

Leggi Tutto

La liberista Bonino ce l'ha con Conte

Emma Bonino ce l’ha con Conte. Ieri nella consultazione al Quirinale ne ha bocciata l’eventuale riproposizione come premier. Anche quando si formò il Conte 2 non lo votò, sebbene l'alternativa fossero le elezioni tanto invocate, e pour cause, da Salvini. Poi ha sempre fatto l’opposizione.

Leggi Tutto

Retribuzioni, gli effetti della pandemia devono ancora manifestarsi

Una breve analisi pubblicata sull’ultimo bollettino della Bce, dedicata agli andamenti delle retribuzioni nell’anno appena passato, arriva a una conclusione che è il caso di tenere a mente. Ossia che gli effetti della pandemia sul livello dei redditi inizieranno probabilmente a vedersi a partire da quest’anno, visto che in quello passato hanno prevalso gli effetti di “trascinamento” indotti dagli accordi siglari prima dello scoppio dell’emergenza sanitaria.

Leggi Tutto

"Criminalità organizzata e lotta alla corruzione", ne parlano Morra, Davigo e Mostacci

Questa sera, il sen. Micola Morra, presidente della Commissione parlamentare Antimafia, sarà in diretta streaming con Piercamillo Davigo (già Presidente della II sezione penale presso la Corte suprema di cassazione) e con Franco Mostacci (Ricercatore statistico ed analista socio-economico - consulente della Commissione parlamentare antimafia, nonché editorialista del nostro giornale).

Leggi Tutto

Turismo europeo, la depressione è profonda

L’ultimo bollettino del Banca Centrale Europea (Bce) torna sulla crisi del settore turistico, che l’evoluzione dell’emergenza sanitaria rischia di rendere sempre più profonda e persistente. Per rendersi conto della situazione, è sufficiente confrontare gli arrivi nel terzo trimestre dell’anno, ossia nel periodo estivo, del 2019 e confrontarli con quelli dell’estate scorsa, quando pure si osservò una tenue ripresa del settore dopo gli sfasci provocati dal lockdown.

Leggi Tutto

Scienziate sotto falso nome. Nel giorno della memoria

Matematiche, biologhe, botaniche e fisiche di origine ebrea si ritrovarono, all'improvviso, in seguito alla promulgazione delle leggi razziali, annunciate in Italia il 18 settembre 1938, a essere espulse da università e accademie, cancellate dagli elenchi ufficiali, deportate nei campi di concentramento o costrette a emigrare all'estero.

Leggi Tutto

Sul taglio di pini nella Riserva Naturale di Santa Filomena

Il taglio di pini nella Riserva Naturale Orientata di Santa Filomena - istituita con D.M. 13 luglio 1977 per 19,7 ettari tra Montesilvano e Pescara - ad opera dei Carabinieri Forestali che la gestiscono, ha suscitato vaste critiche sul web e tra queste quelle dello scrivente presidente di G.U.F.I. (Gruppo Unitario per le Foreste Italiane, associazione nazionale) e consigliere nazionale di Italia Nostra onlus.

Leggi Tutto

Dopo pandemia: più globalizzazione, meno occupazione, più Stato

Alla ricerca della normalità alla quale tutti noi disperatamente ambiamo, mi sono imbattuto nell’ultimo bollettino della Bce che racconta di come le imprese si aspettano sarà il new normal prossimo venturo. Ossia quel momento nel quale “a causa, ad esempio, dello sviluppo di un vaccino e / o di un trattamento più efficace, l’economia non sarà più soggetta a interruzioni significative e/o improvvisi cambiamenti dovuti al virus o alle misure necessarie per contenerlo”.

Leggi Tutto

Emanuele Filiberto chiede perdono. Fuori tempo massimo

Ieri, Emanuele Filiberto di Savoia ha chiesto perdono in nome di tutta la famiglia agli ebrei italiani per le leggi razziali fasciste firmate dal suo bisnonno. “dichiaro solennemente – scrive l’erede - che non ci riconosciamo in ciò che fece Re Vittorio Emanuele III: una firma sofferta, dalla quale ci dissociamo fermamente, un documento inaccettabile, un’ombra indelebile per la mia Famiglia, una ferita ancora aperta per l’Italia intera”.

Leggi Tutto

"Weekend": il film della settimana proposto dal Foglietto

Weekend, regia di Riccardo Grandi, con Alessio Lapice, Eugenio Franceschini, Jacopo Olmo Antinori, Filippo Scicchitano, Lorenzo Zurzolo, Greta Ferro; Soggetto: Alfredo Arciero, Francesca Bertuzzi, Rosario Capozzolo, Riccardo Grandi; Sceneggiatura: Alfredo Arciero, Claudia De Angelis, Riccardo Grandi; Fotografia: Timoty Aliprandi; Musiche: Daniele Grammaldo, Luca Proietti; Montaggio: Lorenzo Muto; Scenografia: Biagio Fersini; Costumi: Valentina Taliani; Suono: Emiliano Locatelli, Lorenzo Picierno; Italia-Albania; Genere: Thriller, Psicologico; Durata: 83'; Produzione: Camaleo, Twister, Showlab, in coproduzione con A.B; in programmazione su Amazon Prime Video.

Leggi Tutto

Ravenna: sulla CO2 che Eni vorrebbe stoccare sotto i fondali marini

Eni e altre compagnie del mondo dei combustibili fossili programmano di entrare “nell’era dell’idrogeno” ma ottenendolo dagli idrocarburi fossili. Siccome questa scelta produttiva genera anidride carbonica che deve essere smaltita in qualche modo, programmano di adottare il metodo Ccs (acronimo di Carbon capture and storage).

In parole semplici, vogliono pompare sotto terra, negli interstizi dei giacimenti di gas esauriti (in tutto o in parte), milioni di tonnellate di CO2. Il governo opportunamente ha revocato – su iniziativa del Movimento 5 Stelle - la previsione di finanziare questo progetto coi fondi del Recovery Plan ma esso, molto probabilmente, andrà avanti con fondi propri perché assai conveniente per l’Azienda.

Infatti consente ad Eni di restare nel business dei combustibili fossili, legandolo addirittura all’era dell’idrogeno, di portare avanti progetti come il TAP (chi si opporrà, verrà accusato di essere sabotatore della produzione dell’ecologico idrogeno) e di finire di sfruttare i giacimenti che oggi rendono poco perché è economicamente difficile estrarre il gas residuo.

L’anidride carbonica infatti è una molecola pesante e si stratifica nelle parti più basse del giacimento per cui, man mano che si accumula e il suo livello cresce dal fondo del deposito, spinge verso l’alto l’ultimo gas da sfruttare, come una sorta di pistone.

Ma qual è il possibile impatto, soprattutto a lungo termine, dell’immissione di tanta CO2 nel sottosuolo?

Bisogna considerare molto seriamente il fatto che la CO2, a differenza del metano, in presenza di acqua reagisce spiccatamente con le rocce (non solo carbonatiche…ma con diverse altre tipologie e persino col cemento armato, come per la vicenda del Ponte Morandi a Genova). Il discioglimento delle rocce produce soprattutto bicarbonati solubili.

Le nostre grotte estese ed amplissime, la “spugnosità” delle nostre montagne, le “marmitte dei giganti”, in definitiva il carsismo, hanno origine dalla CO2 che con l’acqua diviene acido carbonico che attacca le rocce.

Il fenomeno è tanto più imponente quanto più l’anidride carbonica è pura (vale a dire la sua pressione parziale è prossima a quella totale) e quanto più la pressione in atmosfere è alta. A limitare lo scioglimento nell’acqua di strato dei depositi è solo la salinità.

Potranno formarsi caverne gigantesche sotto il fondale marino negli anni a venire? Quante nel corso dei secoli?? Quale la loro possibile estensione nell’area vasta? L'acqua è incomprimibile e forse non si genereranno vuoti ma...le cavità inondate di acido carbonico potranno arrivare ad interessare la terra, risalire verso l’alto fino a sciogliere le rocce di copertura e arrivare ad innescare i noti “sinkholes” antropogenici, vale a dire cedimenti, sprofondamenti anche in sedi stradali, ferroviarie, ville comunali, parchi o giardini, nonché aree occupate da piazze, cortili e edifici? Ravenna è già interessata da una preoccupante subsidenza: ci saranno interferenze?

A tutte le sacrosante motivazioni, essenzialmente di politica energetica, per essere contrari alla produzione di questo chiamato suggestivamente “idrogeno blu”, si aggiunga l’assenza di assicurazioni fondate sulle conseguenze nel tempo che il Ccs può avere e si rifletta sull’effettiva imprevedibilità del pericolo connesso: fattori probabilmente prioritari.

L’alternativa esiste: è l’idrogeno “verde” ottenuto dall’acqua, per elettrolisi, con energia elettrica da fonti rinnovabili e sostenibili. QUESTA E’ LA STRADA.

Giovanni Damiani
già Direttore Tecnico di ARTA Abruzzo
https://www.facebook.com/giovanni.damiani.980
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pineta di Platamona: dopo denuncia Italia Nostra e WWF, sigillata area di 20 ettari

Italia Nostra e WWF, il grido di allarme lo avevano lanciato l’11 gennaio scorso con un comunicato dal titolo Invasivi interventi nel SIC di Platamona: chi li ha autorizzati?, per denunciare un intervento di taglio della copertura arborea in un Sito di Interesse Comunitario, qual è la pineta di Platamona, a poco meno di 11 km. da Sassari, che si estende per circa 15 km, a ridosso dell’omonima spiaggia, situata all'interno del golfo dell'Asinara nel nord della Sardegna, compresa fra la marina di Sorso e la torre di Abbacurrente, verso Porto Torres.

Leggi Tutto

Corte dei conti: ecco quanto l'Italia versa all'Ue e quanto riceve

“Il differenziale che si riscontra tra versamenti da parte dell’Italia, a titolo di risorse proprie, al bilancio europeo per l’anno 2019 (16,8 miliardi di euro, -1,4 miliardi rispetto al 2018) e risorse assegnate all’Italia (11,2 miliardi, in aumento di circa 1 miliardo, +10,3%, rispetto al 2018), ancorché in diminuzione rispetto al dato del 2018, conferma che il livello totale dei flussi verso l’UE nel 2019 è uno dei più alti degli ultimi sette anni”.

Leggi Tutto

Voto di fiducia: bassezze e altezze

“Ragazzi senatori a vita, che coraggio avete a votare la fiducia“. Così ha detto Salvini ieri al Senato in un passaggio del suo sgangherato discorso. L’altro giorno era stato alla Camera il suo sodale Borghi a dare la misura di quale pasta di fango son fatti gli attuali maggiori esponenti della Lega. Perfino la Presidente del Senato Casellati ha ripreso il tanghero milanese che cercava di insultare persone fra cui Liliana Segre nascondendosi, per altro impropriamente, dietro una frase di Grillo di diversi anni fa.

Leggi Tutto

Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più