25. 10. 2020 Ultimo Aggiornamento 24. 10. 2020

L'omaggio di Venezia a Hedy Lamarr, dal film "Extase" all'invenzione dello "Spread spectrum"

Categoria: Recensioni

Il 27 agosto 2019, la Mostra del cinema di Venezia ha dedicato la pre apertura al film scandalo “Extase”, che aveva aperto il Festival nel 1934. Protagonista una bellissima Hedy Kiesler (1913-2000), che aveva girato la pellicola di Gustav Machatý a diciannove anni.

L’attrice austriaca di origini ebree, che Hollywood avrebbe ribattezzato Hedy Lamarr, scandalizzò il mondo intero per essere stata il primo nudo e il primo orgasmo della storia del cinema.

Extase” le diede un successo internazionale, ma le inflisse la fama di donna oggetto che Hollywood strumentalizzò affidandole parti umilianti in film come “L’animale femmina”, “Un’americana nella Casbah”, “Venere peccatrice”, “La sirena del Congo”, “L’amante” e così via ...

Prima di fuggire in America per intraprendere una carriera nel cinema, Hedy aveva iniziato studi di ingegneria, lasciati quando fu scoperta da un regista e aveva sposato un ricchissimo mercante d’armi da cui era scappata, travestita da cameriera, mal sopportandone gli affari con i nazisti.

“La donna più bella del mondo” ebbe una vita complicata, a tratti molto infelice, nonostante i sei mariti, i tre figli e i numerosi amanti. Trovava serenità solo nelle conoscenze scientifiche acquisite da ragazza che applicava all’invenzione di oggetti e di soluzioni tecniche: un semaforo, una scatola per i kleenex, un progetto per migliorare l’aerodinamica delle ali di un aereo per aumentarne la velocità, un tubetto per il rossetto e così via ...

Per dare il suo contributo contro il Nazismo, si dedicò alla ricerca di un sistema per guidare via radio i siluri, evitando che venissero individuati. Lo realizzò con il pianista George Antheuil.

L’invenzione, che attraverso salti di frequenza, impediva le intercettazioni nemiche, fu brevettata e offerta alla Marina militare che la rifiutò perché non riteneva credibili un’attrice e un’artista.

Lo “Spread spectrum” ha trovato applicazioni importanti solo negli anni Novanta quando è stato applicato alle comunicazioni wireless, rendendo possibile la realizzazione del wi-fi, del bluetooth e della telefonia cellulare.

Hedy Lamarr poco prima della morte ha avuto finalmente il giusto riconoscimento come persona e come scienziata. È allora importante ricordarla non solo in veste di diva, ma come pioniera dell’innovazione.

Di “Extase” è stata ricostruita nel 2019 una versione fedele all’originale, rappresentata a Venezia nel 1934 quando un giovane Michelangelo Antonioni, presente alla Mostra in veste di critico, scriveva: "Nel giardino dell'Excelsior, quella sera, si udiva il respiro degli spettatori, si udiva un brivido correre per la platea"...

Per saperne di più su Hedy Lamarr

Sulle protagoniste delle STEM: “Scienziate nel tempo. Più di 100 biografie", pag. 250, € 16, Ledizioni, Milano 2020. Disponibile in libreria e on-line su Ledizioni, Amazon, IBS, Feltrinelli, anche in versione e-book a € 6.99.

(5 - continua)

Sara Sesti
Matematica, ricercatrice su " Donne e scienza", collabora con l'Università delle donne di Milano
facebook.com/sara.sesti13

ALTRI ARTICOLI

Donne di scienza. Sulle tracce dell'assenza
Nancy Grace Roman, l'astronoma madre del telescopio spaziale Hubble
Una matematica tra giudizi e pregiudizi: Sofia Kovalevskaja
Quando l'inventrice è donna: Josephine Cochrane e la prima lavastoviglie meccanica


Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Categorie

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più