31. 10. 2020 Ultimo Aggiornamento 31. 10. 2020

L’Aci sanzionata dall’Antitrust per 3 milioni per violazione del codice del consumo

I veti di Confindustria e degli altri potentati economici, degli ex monopolisti elettrici e del gas, di banche, assicurazioni e delle sedicenti autorità di vigilanza, che hanno bloccato al Senato una buona legge sulla class action (primo firmatario l’on. Alfonso Bonafede) dopo che era stata approvata 15 mesi fa dalla Camera dei deputati all’unanimità, rendono i consumatori più vulnerabili, impossibilitati ad azionare rivalse collettive verso comportamenti fraudolenti dei fornitori di beni e/o di servizi.

Evidente, così, l’impossibilità di congrui risarcimenti per i frodati dall’Aci, multata oggi dall’Antitrust con una sanzione di 3 milioni di euro, per aver applicato una commissione aggiuntiva a chi paga il bollo auto con bancomat o carte di credito, in aperta violazione dell’articolo 62 del Codice del Consumo, dopo aver accertato che la commissione si somma all'importo fisso di 1,87 euro, che remunera il servizio di riscossione bollo.

In particolare, per l'Automobile Club d'Italia e la controllata Aci Informatica Spa, il servizio di pagamento online del bollo auto sul sito dell'Aci prevedeva una maggiorazione del 1,2% sulla somma pagata per l'uso della carta di credito, mentre per il pagamento con bancomat presso le delegazioni Aci sul territorio, era dovuta una commissione fissa di 0,20 euro.

Per evitare che decine di migliaia di consumatori, costretti a subire danni di pochi euro a causa di comportamenti scorretti ed illegittimi dell’Aci, siano costretti a intentare azioni giudiziarie singole - il cui costo individuale, solo  di bolli e marche, ammonta a centinaia di euro - il governo rimuova il veto di Confindustria alla legge sulla class action, che deve essere approvata al più presto, nell’interesse dei cittadini e del buon funzionamento del mercato.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presidente di Adusbef


Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più