13. 08. 2020 Ultimo Aggiornamento 13. 08. 2020

Una bestemmia in tv costa 20mila euro

Con sentenza 19 gennaio 2018, n.1978, il Tar Lazio, Sez. III, ha respinto il ricorso (presentato nel lontano 2005!) col quale la Reti Televisive Italiane spa, esercente l’emittente televisiva “Italia Uno”, chiedeva l’annullamento del provvedimento dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) che le ordinava di pagare una sanzione pecuniaria di euro 20mila, poiché nel corso della trasmissioni televisiva “La Fattoria” (reality show seguito da una larga fascia di pubblico), andata in onda il 20 aprile 2004, era stata pronunciata una bestemmia idonea, per l’offesa al sentimento religioso in essa insita, a pregiudicare lo sviluppo psichico e morale dei minori.

Leggi Tutto

Per il reato di molestie è sufficiente anche una sola telefonata biasimevole

La Suprema Corte di Cassazione - prima sezione penale - con recente sentenza (n. 6064/2018), ha ribadito che il reato di molestie o disturbo alle persone, secondo consolidato insegnamento giurisprudenziale, non ha natura di reato necessariamente abituale, sicché può essere realizzato anche con un solo atto, purché particolarmente sintomatico dei requisiti della fattispecie tipizzata.

Leggi Tutto

Per il Tar, l’accesso agli atti può avvenire in più riprese. Con un costo in più per il ricorrente

Per il Tar Lazio (Sez, I quater, 11 gennaio 2018, n.275), nell’ambito delle procedure concorsuali, ben può l’amministrazione differire l’accesso ad alcune categorie di atti alla chiusura della procedura, a condizione che detto differimento sia adeguatamente motivato e non leda il diritto di difesa dell’interessato.

Leggi Tutto

Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più