12. 07. 2020 Ultimo Aggiornamento 12. 07. 2020

Il vincitore di un concorso rinuncia? L’ente ha l’obbligo di assumere il primo degli idonei

Cassazione sedeLa Sezione Lavoro della Cassazione, con sentenza n. 851, pubblicata il 16 gennaio 2017, ha respinto il ricorso proposto da un ente pubblico avverso la decisione della Corte di Appello che aveva dato ragione al partecipante ad un concorso pubblico a un posto di dirigente, classificatosi al secondo posto, che lo stesso ente - a seguito della rinuncia ad assumere sevizio del primo classificato - si era rifiutato, in autotutela, di assumere in quanto “non in possesso del requisito di esperienza di direzione e gestione”, preferendogli il terzo classificato.

Leggi Tutto

Legittimo licenziamento di dipendente malato, assente tre volte in due mesi alla visita fiscale

Con sentenza n. 64 del 4 gennaio 2017, la Corte di cassazione – sezione lavoro – ha confermato la legittimità del licenziamento del lavoratore risultato assente a tre visite di controllo in due mesi, a nulla rilevando, di fronte all’appurato inadempimento dell’obbligo di comunicazione preventiva dell’assenza dal domicilio, il fatto che in un momento successivo alla visita non eseguita per assenza della lavoratrice sia stata confermata, da parte del medico dell’Inps, la malattia diagnosticata con la relativa prognosi.

Leggi Tutto

L’accesso agli atti non è precluso dal carattere discrezionale della valutazione della commissione

Con sentenza n.11450 del 17 novembre 2016, il Tar Lazio - Sezione Terza ter - ha accolto il ricorso, presentato da una candidata non vincitrice in un concorso a Consigliere d’Ambasciata, avverso il diniego oppostole dal Ministero degli affari esteri (Mae) di accedere agli atti della relativa procedura, comprensivi dei curriculum, dei titoli di servizio e degli incarichi svolti dai vincitori, nonché dei verbali, dei giudizi e delle valutazioni espresse dalla Commissione.

Leggi Tutto

Sottocategorie

Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più