Categoria: Lavoro

Martedì scorso, la Corte dei conti ha vistato l’ipotesi di contratto per il personale della Scuola, dell’Università e della Ricerca, il cui testo entrerà in vigore domani, atteso che per oggi è prevista la sottoscrizione definitiva del testo tra Aran e sigle sindacali.

Per gli irrisori aumenti previsti dall’accordo, gli oltre 1,2 milioni di dipendenti interessati dovranno attendere la busta paga di maggio o di giugno.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più