26. 10. 2020 Ultimo Aggiornamento 25. 10. 2020

In ferie occorre prudenza per evitare il licenziamento

di Antonio Del Gatto

La sentenza n. 1699/2011 della Corte di Cassazione è destinata a lasciare il segno nel rapporto di lavoro subordinato e, in particolare, in materia di ferie. Se è vero - ha precisato la Corte - che per il lavoratore quello alle ferie è un diritto irrinunciabile, è altrettanto vero che durante tutto il periodo di riposo “ogni lavoratore subordinato deve tenere comunque una condotta che non si riveli lesiva dell'interesse del datore di lavoro alla effettiva esecuzione della prestazione lavorativa”.

Leggi Tutto

Progressioni bloccate, chi paga i contributi?

Redazione

Il blocco delle progressioni economiche e di livello, nonché delle fasce stipendiali, per il personale della pubblica amministrazione, compresi gli enti di ricerca, deciso dal governo con il decreto n. 78/2010, comincia a mostrare crepe.

La circolare del ministero dell’Economia, diffusa il 16 giugno scorso, anziché fare chiarezza ha aumentato l’incertezza.

E’ ormai acclarato che il blocco è solo economico e non giuridico, con la conseguenza che le procedure selettive dovranno essere comunque effettuate, con il contestuale obbligo, però, di  versare da subito i contributi previdenziali anche sugli incrementi retributivi bloccati.

Una circostanza questa che fino a oggi non sembra esser stata presa in considerazione dagli enti interessati.

Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più