Giornale on-line fondato nel 2004

Giovedì, 18 Lug 2024

A Pescara (nelle foto a fianco, ultimi albericidi) e in tantissime località d'Italia sono scatenati nel tagliare alberature stradali, filari storici, boschi, foreste. E' un delirio di speculazione: bruciare legno (biomasse) è incentivato dallo Stato con soldi prelevati dalle nostre bollette elettriche.

Per incrementare "la filiera del legno" il governo Meloni ha varato "semplificazioni": una legge che liberalizza i tagli, persino dei filari storici tutelati da vincoli paesaggistici e di alberi monumentali. L'Aiel (Associazione italiana energie agroforestali) gongola.

Su una rivista in edicola questo mese, sono 6 le pagine dedicate alla presunta bontà delle biomasse unite ai "caminetti intelligenti", tecnologici ecc.., con titolo: “Biomasse calore rinnovabile".

L'imbroglio antiecologico, antisociale, albericida, per me ripugnante, dei taglialegna e loro sostenitori, è deducibile dall'incipit: «Cosa s'intende per Biomasse? La normativa europea le definisce come "frazione biodegradabile di prodotti, rifiuti,e residui biologici provenienti dall'agricoltura, dalla silvicoltura e dalle industrie connesse”».

Capito? Dovrebbero essere rifiuti, scarti, residui, e non uccisione di alberi sani, da trasformare in rifiuto. Bruciare alberi ci sta privando dei nostri principali alleati contro la crisi climatica, dei baluardi per la salubrità dell'aria e dell'acqua, per la bellezza, la vivibilità, la biodiversità. Trasforma i nostri amici vegetali da assorbitori di gas serra, in emettitori. Trasforma gli amici in nemici.

Nel passato, c'erano i boschi sacri (lucus): oggi si trasforma biomasse (materia biologica vivente) in necromasse… masse morte uccise, per essere poi messe nei forni. E per ingannarci anche con l'uso delle parole continuano a chiamarle "biomasse" anche da morte.

L'Associazione GUFI (Gruppo Unitario Foreste Italiane), di cui sono presidente pro-tempore, sta contrastando in tutti i modi l'elbericidio generalizzato. Comincio a lavorare per una grande manifestazione nazionale.

Giovanni Damiani
Presidente G.U.F.I. - Gruppo Unitario Foreste Italiane
Già Direttore di Anpa e già Direttore tecnico di Arta Abruzzo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

empty alt

Chien-Shiung Wu e la scoperta del “principio di parità”

Fino alla metà del Novecento, i fisici erano convinti che nell’universo si “conservasse la...
empty alt

Gli orti di Polignano a Mare. Tradizioni, semi e agrobiodiversità

Venerdì, 26 luglio, a partire dalle ore 18:30, il Comune di Polignano a Mare ospiterà nella Sala...
empty alt

Autonomia differenziata, l’impietosa analisi di Stefano Fassina

Perché l’autonomia differenziata fa male anche al Nord, di Stefano Fassina - Castelvecchi...
empty alt

Presidenza Cdc: “Legge Nordio lede i principi dello Stato di diritto”

Continuano le prese di posizione contro il disegno di legge proposto dal Guardasigilli, Carlo...
empty alt

Gonnella (Antigone): “Il ddl sicurezza stravolge il sistema penitenziario”

“Nei prossimi giorni potrebbe arrivare in aula, alla Camera dei Deputati, il ddl sicurezza, una...
empty alt

Stagione Lirica di Padova al via con la Nona Sinfonia di Beethoven

«Abbracciatevi, moltitudini! Questo bacio vada al mondo intero!». Un messaggio universale di...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top