Giornale on-line fondato nel 2004

Lunedì, 26 Feb 2024

Un recente lavoro pubblicato sull'European Journal of Clinical Investigation da un team di ricercatori della Sapienza Università di Roma, Cnr, Università di Torino, Istituto Italiano di Medicina Genomica di Candiolo e IRCCS Neuromed, ha osservato, tanto nei fumatori di sigarette tradizionali che in quelli di sigarette elettroniche, cambiamenti nel profilo dei microRNA circolanti, le molecole di RNA, che hanno un ruolo patogenetico nei tumori e nelle malattie cardiovascolari.

La sperimentazione è stata condotta sui sieri di un gruppo molto omogeneo di fumatori sani e giovani, reclutati tra il 2019 e il 2020 per lo studio SUR-VAPES Chronic, condotto dalla Sapienza. Il campione era composto da 20 soggetti che facevano uso esclusivo di sigarette tradizionali a combustione, 20 che facevano uso di sigarette “heat-not-burn”, ovvero a tabacco riscaldato, e 20 soggetti non fumatori.

Dall’analisi dei risultati, i ricercatori hanno riscontrato cambiamenti nel profilo dei microRNA circolanti nel siero di entrambi i gruppi di fumatori, con una sostanziale sovrapposizione nell'elenco dei microRNA deregolati e dei loro target. Circa un terzo dei microRNA variabili era, infatti, in comune tra i fumatori di sigaretta tradizionale e quelli di sigaretta a tabacco riscaldato. 

I dati mostrano per la prima volta che anche i dispositivi elettronici a tabacco riscaldato, considerati prodotti a rischio modificato, influenzano i microRNA circolanti in modo simile alle sigarette tradizionali a combustione. Pertanto, le conseguenze dei due tipi di fumo sui microRNA circolanti sono molto probabilmente sovrapponibili.

“La nostra nuova osservazione ha molteplici implicazioni – commenta Isotta Chimenti, del Dipartimento di Scienze e biotecnologie medico-chirurgiche della Sapienza. – L'uso delle sigarette a tabacco riscaldato non può essere considerato più sicuro delle sigarette tradizionali a combustione per gli effetti sui microRNA circolanti, molecole con ruoli biologici nella segnalazione endocrina. Questo studio quindi richiama l’attenzione anche sull'uso di prodotti a rischio modificato”. 

Com. St.

 

 

empty alt

Dispensa dal servizio per motivi di salute, dopo tentativo reimpiego in altro ruolo

Con ordinanza n. 4640/2024, pubblicata lo scorso 21 febbraio, la Corte di cassazione – sezione...
empty alt

Edilizia europea, un freddo inverno per il settore immobiliare

L’ultimo bollettino della Bce conferma ciò che gli osservatori di settore sapevano già per lunga...
empty alt

“Journal of Innate Metabolism”, rivista scientifica tutta dedicata alle Patologie del metabolismo innato

E’ italiana e uscirà a fine del corrente mese la prima rivista al mondo interamente ed...
empty alt

Il "Catalogo stellare di Harvard". Un importante lavoro femminile collettivo

La mappatura del cielo di fine Ottocento fu possibile grazie ai miglioramenti della tecnica...
empty alt

Tumore del pancreas, scoperto il meccanismo di sopravvivenza e progressione

Da un punto di vista biologico, le cellule tumorali sono continuamente sottoposte a stress: il...
empty alt

Medici Isde e Plastic Free in difesa di salute e ambiente per l’eccesso di plastica

L’eccesso di plastica e soprattutto i suoi frammenti non rappresentano oggi solamente un problema...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top