Giornale on-line fondato nel 2004

Lunedì, 22 Lug 2024

Giorgia Meloni prosegue imperterrita sul sentiero, sperimentato da Berlusconi, dei venditori di elisir di lunga vita, cioè di niente.

L'ultima vendita, sfornata l'altro giorno, è quella per gli anziani non autosufficienti. Mille euro per "una vita serena, attiva e dignitosa" ha annunciato, ripresa acriticamente senza uno straccio di verifica dal Tg1.

Un annuncio da "bengodi" per gli italiani ultraottantenni non autosufficienti che già pregustavano un raddoppio dell'assegno di accompagno. Invece, a usufruirne saranno poche migliaia. A “ghigliottinare” il numero dei percettori del "bengodi" che andrà in vigore dal 2025, in attesa che i ranghi degli aventi diritto siano nel frattempo sfoltiti dalla "comare secca", saranno diverse cose. Insieme a un livello di bisogno assistenziale gravissimo, e al finanziamento del miliardo inesistente annunciato dalla Meloni, ci sarà anche "un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (Isee) per le prestazioni agevolate di natura sociosanitaria, in corso di validità, non superiore a euro 6.000".

L'Isee serve a misurare il livello economico complessivo del nucleo familiare, considerando (salvo alcune eccezioni) tutte le voci di “ricchezza” attribuibili a quel medesimo nucleo, come le proprietà immobiliari e i redditi vari. Ovviamente è giusto che ci sia un misuratore per gli aventi diritto alle prestazioni sociali ma il governo lo usa spesso, insieme ad altri marchingegni, per abbattere il numero dei poveri che avrebbero diritto alle suddette prestazioni come le bollette, le tasse universitarie, le prestazioni socio sanitarie, contributi per i minorenni, il nuovo Assegno d'inclusione che ha cancellato il Reddito di cittadinanza, i trasporti, canone TV, agevolazioni per invalidi ecc..

Per esempio, per l'Assegno di inclusione l'Isee è di 9.350 euro, per la proroga del bonus edilizio del 110% per chi aveva fatto il 70% dei lavori l'Isee richiesto è di 15.000 euro.

L'Isee non è facile produrlo, la documentazione è complessa se non si è esperti con l'online - e gli ultraottantenni in genere non lo sono - bisogna rivolgersi ai Caf che per tasche già povere pesano.

Le elezioni europee e amministrative si avvicinano e Giorgia Meloni si dedica al suo sport preferito: le televendite delle bugie e a “ghigliottinare” i poveri.

Aldo Pirone
scrittore e editorialista
facebook.com/aldo.pirone.7
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

empty alt

Gianluigi Albano, giovane ricercatore di UniPI, vince il Premio EYCA 2024

Importante riconoscimento a livello europeo per un giovane ricercatore del Dipartimento di Chimica e...
empty alt

Distrofia Muscolare di Duchenne, nuova strategia per il trattamento

Una nuova strategia per il trattamento della Distrofia Muscolare di Duchenne (DMD) basata sugli...
empty alt

“Era mio figlio”: film tormentato sui rimpianti e sulla difficoltà di lasciar andare

Era mio figlio, regia di Savi Gabizon, Diane Kruger (Alice), Richard Gere (Daniel Bloch),...
empty alt

Lavoratore disabile, licenziamento illegittimo senza rispetto iter normativo

Con ordinanza n. 18094/2024, la Cassazione - sezione Lavoro –, contrariamente a quanto deciso dal...
empty alt

Chien-Shiung Wu e la scoperta del “principio di parità”

Fino alla metà del Novecento, i fisici erano convinti che nell’universo si “conservasse la...
empty alt

In Cina si consuma poco e si produce tanto. Crescita in frenata

Gli ultimi dati sul pil cinese, che continua a rallentare, confermano laddove fosse necessario che...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top