Giornale on-line fondato nel 2004

Giovedì, 18 Lug 2024

furbetti cartellinoIl Consiglio dei ministri conclusosi nella notte ha riservato qualche sorpresa, peraltro attesa, ai cosiddetti furbetti del cartellino che, dopo aver timbrato, lasciano il posto di lavoro.

E’ stato approvato, infatti, un decreto legislativo che introduce la fattispecie della “falsa attestazione della presenza in servizio”, qualora con modalità illecite, poste in essere anche da terzi, il dipendente venga fatto risultare in servizio.

Accertata tale condotta fraudolenta, in flagranza o tramite strumenti di sorveglianza e registrazione di accessi e presenze, scatterà entro 48 ore la sospensione cautelare senza stipendio e l’immediato avvio del procedimento disciplinare, che dovrà concludersi entro 30 giorni.

La “falsa attestazione” potrà avere riflessi in sede penale ed anche davanti alla Corte dei conti, ai fini di una eventuale condanna al risarcimento da parte del lavoratore infedele del danno d’immagine arrecato all’ente datore di lavoro, il cui importo minimo sarà pari a sei mensilità di stipendio, oltre interessi e spese di giustizia.

Le nuove norme, appena varate dal governo, coinvolgono anche il dirigente responsabile dell’ufficio dell’assenteista che, in caso di mancata sospensione cautelare o di mancata attivazione del procedimento disciplinare presso l’apposito Ufficio esistente nell’ente, può essere anch’egli oggetto di licenziamento, dal momento che il suo comportamento rappresenterà omissione di atti di ufficio, sanzionabile ex art. 328 del codice penale.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

empty alt

Chien-Shiung Wu e la scoperta del “principio di parità”

Fino alla metà del Novecento, i fisici erano convinti che nell’universo si “conservasse la...
empty alt

Gli orti di Polignano a Mare. Tradizioni, semi e agrobiodiversità

Venerdì, 26 luglio, a partire dalle ore 18:30, il Comune di Polignano a Mare ospiterà nella Sala...
empty alt

Autonomia differenziata, l’impietosa analisi di Stefano Fassina

Perché l’autonomia differenziata fa male anche al Nord, di Stefano Fassina - Castelvecchi...
empty alt

Presidenza Cdc: “Legge Nordio lede i principi dello Stato di diritto”

Continuano le prese di posizione contro il disegno di legge proposto dal Guardasigilli, Carlo...
empty alt

Gonnella (Antigone): “Il ddl sicurezza stravolge il sistema penitenziario”

“Nei prossimi giorni potrebbe arrivare in aula, alla Camera dei Deputati, il ddl sicurezza, una...
empty alt

Stagione Lirica di Padova al via con la Nona Sinfonia di Beethoven

«Abbracciatevi, moltitudini! Questo bacio vada al mondo intero!». Un messaggio universale di...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top