Giornale on-line fondato nel 2004

Venerdì, 24 Mag 2024

L’11 ottobre scorso, alla vigilia dell’annunciata inopinata riapertura, con ordinanza comunale, dell’area B di Milano, nonostante lo stato di emergenza sanitaria fosse stato prorogato dal Governo al 31 gennaio 2021, avevamo scritto che quel provvedimento, stante il trend esponenziale di ripresa della diffusione del Covid-19, rischiava di essere un pericoloso moltiplicatore dei contagi.

E così è stato, non serviva certo un virologo di chiara fama per prevederlo!

Oggi siamo a 4126 positivi in Lombardia, di cui 2031 nella provincia di Milano e 917 nel capoluogo; quando scrivevamo, 11 giorni fa, erano 1140 nella regione, 587 nella provincia e 312 in città.

Dunque, a Milano i casi sono quasi triplicati, in provincia e in regione quadruplicati. Considerati i circa 400mila pendolari che giornalmente si recano a Milano, viene da chiedersi quanto quella decisione insensata abbia contribuito ad un simile risultato.

Come dicevamo allora, i nostri amministratori locali danno spesso prova di “bipolarismo” decisionale e così l’indietro tutta è quanto mai frequente e il sindaco Sala non si sottrae a tale “legge”.

Nei giorni scorsi, si è negata da più parti l’evidenza, affermando che i mezzi di trasporto pubblico erano pieni per il 55% della capienza, quindi ben al di sotto del limite del 80% stabilito dal Comitato tecnico scientifico (Cts). Una misura che non si è capito chi dovesse accertarla, né con quale metodologia e con quali risorse umane e tecnologiche. Comunque, percentuale smentita da migliaia di filmati in rete.

Oggi Sala ricorre addirittura ad un’ordinanza “contingibile e urgente”, in accordo con la Regione Lombardia, per smentire quello che, con un po’ di buon senso, avrebbe potuto tranquillamente evitare.

Ma c’era proprio bisogno di far esultare una destra che è la maggiore responsabile della attuale grave situazione sanitaria in Lombardia? Di ridarle respiro?

Pensiamo proprio di no, il problema è, però, che nelle grandi città, stante l’impoverimento che si è ulteriormente accentuato con quest’ultima crisi, ci sia bisogno di sindaci veramente di sinistra, dalla parte dei cittadini, consapevoli dei loro bisogni, e non di personaggi da salotto buono.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

empty alt

Carcinoma anaplastico della tiroide, nuova possibile terapia

Il carcinoma anaplastico della tiroide è uno dei tumori più aggressivi, senza terapia efficace e...
empty alt

Bandiere blu, riconoscimento a “piscine costiere” ma non all’ecosistema marino

L’assegnazione delle Bandiere blu viene riportata, con la gioia dei sindaci che se ne vantano,...
empty alt

“Il caso Goldman” di Cédric Kahn, film politico-giudiziario tratto da una storia vera

Il caso Goldman di Cédric Kahn, con Arieh Worthalter (Pierre Goldman), Arturo Harari (Avvocato...
empty alt

Alle Europee caccia agli scoraggiati per vincere

Il gradimento elettorale dei partiti viene normalmente misurato in termini percentuali, un numero...
empty alt

Un faccia a faccia sbagliato, che non si farà. Ma il danno è stato fatto

Ho sempre pensato, fin dalla sua vittoria a sorpresa nelle primarie che l'hanno eletta...
empty alt

“Mi sei caduta dentro” di Carlotta Elena Manni, quando l’aborto non è sempre una scelta indolore

Mi sei caduta dentro, di Carlotta Elena Manni - Editore Sperling & Kupfer – marzo 2024, pp, 230,...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top