17. 04. 2021 Ultimo Aggiornamento 16. 04. 2021

Enrico Letta parla con tutti, ma non con i lavoratori sfruttati

Categoria: Il Foglietto

Autore Foto AnsaMatteo Corner Ringraziamenti ANSAEnrico Letta, neo segretario del Pd, ieri sera era da Lilli Gruber a "Otto e mezzo". Ieri c’è stato anche lo sciopero nazionale dei riders, dopo quello dei lavoratori di Amazon. In quaranta minuti di intervista, Letta non ha trovato il modo di riferirsi a quei lavoratori, in gran parte giovani, che stanno lottando contro una delle forme più ignobili dell’attuale precariato.

Come era già successo con i lavoratori di Amazon, non ha neanche trovato il tempo di andare a una loro manifestazione per dire a loro e a tutti i lavoratori che il Pd è vicino ai loro problemi, alle loro rivendicazioni, alle loro aspirazioni, alle loro lotte.

Dei giovani preferisce parlare dei sedicenni: il voto, l’Erasmus ecc.. Ma dei loro fratelli un po’ più grandi, afflitti dallo sfruttamento, dalla disoccupazione e dal precariato, non parla.

Su quel tema non fa proposte. Dice, come ha riconfermato anche ieri sera, che intende rigenerare il Pd, il centrosinistra, l’alleanza con il M5s e l’universo mondo. Vuole parlare e parla con tutti: Conte, Calenda, Draghi e anche Renzi, ma con i lavoratori fa il sordomuto.

Così non andrà lontano.

Aldo Pirone
Coautore del libro "Roma ‘43-44 L’alba della resistenza"
facebook.com/aldo.pirone.7

Lilli Gruber Otto e mezzo

 


Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più