27. 09. 2021 Ultimo Aggiornamento 27. 09. 2021

Ora anche le pale eoliche diventano attrazione turistica

Categoria: Il Foglietto

Legambiente l'8 dicembre del 2020 ha affermato che le pale eoliche sono le nostre moderne cattedrali rinascimentali ed i nostri moderni acquedotti romani. Pensavo fosse finita lì. Non bastava: ora ha realizzato una Guida turistica dei parchi eolici italiani (leggo Marco Angelillo su Green & Blue di Repubblica del 2 settembre scorso).

Non è un’idea nuova, dieci anni fa alcuni progetti eolici promettevano, a beneficio di abitanti e turisti, di fare visite guidate sotto le pale. Quando lo raccontai a Klaus Kempfe, uno dei Direttori della B. S. Bibliothek di Monaco, si fece un sacco di risate al riguardo, mentre lo accompagnavo a visitare alcune bellezze lucane.

Ma dove conduce questa guida? In posti degradati che i palificatori-benefattori hanno migliorato (vedi D.M. 9/10/2010 Ministero dello Sviluppo: Linee Guida per l'autorizzazione degli inpianti alimentati da fonti rinnovabili) ? Macchè. Porteranno i turisti a visitare “un anfiteatro morenico a nord di Verona, con vigneti, giardini fioriti, a due passi dal lago di Garda", e poi in visita a riserve naturali, villaggi, colline coltivate, zone termali e Morellino di Scansano in Maremma. Un entroterra boschivo di Savona, con il mare davanti e le montagne alle spalle, borghi, piccoli paradisi… Altre meraviglie a Gibellina, Salaparuta, poi Taranto.

Gli impianti eolici cambiano il Paesaggio, dice Legambiente, ma "se progettati e realizzati con attenzione possono valorizzare aree interne poco frequentate e poco battute, puntando sul turismo esperenziale (sic! ndr)". E poi leggo “I luoghi dove queste grandi e moderne Macchine producono energia dal vento trasudano un fascino unico anche perché offrono punti di vista d’eccezione verso laghi, mari, montagne, paesi antichi”.

Insomma, le pale vengono installate in zone di pregio e poi Legambiente porta abitanti e turisti a vedere quanto sono piene di fascino queste zone?

Ma erano belle prima o lo sono diventate “dopo”? Ma dai…

Vitantonio Iacoviello
Consigliere nazionale Italia Nostra
Presidente Sezione Vulture Alto Bradano


Sei arrivato fin qui...continua a leggere

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più