Giornale on-line fondato nel 2004

Venerdì, 23 Feb 2024

(Tar Sardegna, sez. II, sentenza n. 1253 del 9 luglio 2009)

Secondo la sezione II^ del Tar Sardegna (sentenza n. 1253 del 9 luglio 2009), è illegittimo il provvedimento con il quale la P. A. ha dichiarato un concorrente decaduto dalla graduatoria dei vincitori di un concorso pubblico perché ha falsamente dichiarato di possedere un titolo di preferenza in realtà inesistente. Nella specie, l'interessato aveva dichiarato di avere due figli, piuttosto che uno. In materia di pubblici concorsi, in forza di quanto previsto dall'art. 75 del Dpr n. 445/2000, ed in assenza di specifica prescrizione della lex specialis, l'indicazione da parte di un concorrente di un titolo di preferenza non posseduto non comporta, in via automatica e vincolata, la decadenza dalla graduatoria, ma, piuttosto, la decadenza dal beneficio attribuito dal titolo medesimo.

empty alt

Tumore del pancreas, scoperto il meccanismo di sopravvivenza e progressione

Da un punto di vista biologico, le cellule tumorali sono continuamente sottoposte a stress: il...
empty alt

“Pesci piccoli” ovvero la faccia buia di Milano

Pesci piccoli di Alessandro Robecchi – Sellerio editore – 2024, pp. 436 – euro 16,00. Recensione...
empty alt

Anche nell’Eurozona il denaro contante perde fascino

Anche nell’Eurozona il contante perde fascino. Se ancora sfiora il 60 per cento la quantità di...
empty alt

Medici Isde e Plastic Free in difesa di salute e ambiente per l’eccesso di plastica

L’eccesso di plastica e soprattutto i suoi frammenti non rappresentano oggi solamente un problema...
empty alt

Contratto comparto Sanità, dalla Corte dei conti disco verde con raccomandazioni

Le Sezioni riunite della Corte dei conti, in sede di controllo, nell’adunanza del 15 febbraio...
empty alt

Recenti elezioni nel mondo: tira una brutta aria in Europa e anche in Asia

Settimana di elezioni quella passata. Si è votato nel ballottaggio per il Presidente della...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top