Giornale on-line fondato nel 2004

Sabato, 13 Lug 2024

WhistleblowerLa normativa di tutela del dipendente che segnali illeciti altrui (c.d. whistleblowing) salvaguarda il medesimo dalle sanzioni che potrebbero conseguire a suo carico secondo le norme disciplinari o da reazioni ritorsive dirette ed indirette conseguenti alla sua denuncia, ma non istituisce una esimente per gli autonomi illeciti che egli, da solo o in concorso con altri responsabili, abbia commesso, potendosi al più valutare il ravvedimento operoso o la collaborazione al fine di consentire gli opportuni accertamenti nel contesto dell’apprezzamento, sotto il profilo soggettivo, della proporzionalità della sanzione da irrogarsi nei confronti del medesimo.

Con tale motivazione, la Corte di cassazione - Sezione Lavoro - con ordinanza n. 9148/2023, ha rigettato il ricorso proposto da una dipendente, infermiera professionale presso un’Azienda Ospedaliera, che era stata sanzionata dal proprio datore di lavoro, con la sospensione per quatto mesi, per aver svolto attività, non autorizzata, presso un ente privato, per circa otto anni.

Contrariamente a quanto sostenuto dalla ricorrente che, a motivo di aver denunciato presso il proprio datore di lavoro condotte analoghe alle sue messe in atto da altri colleghi, chiedeva che nei di lei confronti fossero applicate le norme di protezione previste dall’art. 54 bis del D.Lgs 165/2001, i giudici della Suprema Corte, in conformità di quanto deciso dalla Corte territoriale, hanno ribadito che “l’applicazione al dipendente di una sanzione per comportamenti illeciti suoi propri resta dunque al di fuori della copertura fornita dalla norma, che non esime da responsabilità chi commetta un illecito disciplinare per il sol fatto di denunciare la commissione del medesimo fatto o di fatti analoghi ad opera di altri dipendenti”.

Inevitabile la condanna della ricorrente al pagamento delle spese del giudizio e al versamento dell’ulteriore importo a titolo di contributo unificato.

Rocco TrittoRocco Tritto
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

empty alt

Anci: a rischio a settembre ripresa attività dei servizi educativi per l'infanzia

Anci (Associazione nazionale comuni italiani) esprime preoccupazione per le continue segnalazioni...
empty alt

Prezzi internazionali raffreddati dalla deflazione cinese

Sempre perché la globalizzazione è assai più complessa di come la si immagina, vale la pena...
empty alt

“Gli indesiderabili”, film che emoziona e non si fa dimenticare in fretta

Gli indesiderabili, regia di Ladj Ly, con Anta Dia (Haby Keita), Alexis Maneti (Pierre),...
empty alt

Il peso specifico del settore auto nell’economia europea

L’ultimo bollettino della Bce contiene una interessante analisi che ci consente di farci un’idea...
empty alt

Roberto Tomei, insigne giurista, firma storica del Foglietto, non è più tra noi

Abbiamo appreso oggi con immenso dolore che l’insigne giurista Roberto Tomei, lo scorso 19 giugno, è...
empty alt

Consegue la laurea, Uniba gliela toglie, il Tar gliela restituisce

Con sentenza n. 817/2024, pubblicata il 4 luglio scorso, il Tar per la Puglia (Sezione seconda),...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top