Giornale on-line fondato nel 2004

Giovedì, 23 Mag 2024

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 21679 del 5 settembre 2018, ha dichiarato l’illegittimità del licenziamento per giusta causa adottato dall’azienda nei confronti di un dipendente sorpreso dalle forze dell’ordine in possesso di 25 grammi di hashish durante la pausa pranzo, al di fuori della sede di lavoro.

Per i Giudici della Suprema Corte, infatti, la decisione adottata dal datore di lavoro è da considerare sproporzionata rispetto alla gravità del fatto commesso che, pur avendo conseguenze discipinari, non giustifica l’allontanamento in tronco del dipendente.

La soluzione sarebbe quella di valutare l’applicazione di un provvedimento meno grave e, di conseguenza, conservativo.

In precedenza, la sanzione del licenziamento in tronco era stata ritenuta legittima sia dal Tribunale che dalla Corte d’Appello.

Per i Giudici di piazza Cavour, invece, l’episodio può essere pagagonato a “quello del rinvenimento del dipendente trovato in stato di manifesta ubriachezza durante l’orario di lavoro, sanzionato con una misura conservativa”.

Insussistente, infine, contrariamente a quanto sostenuto dall’azienda, è stato rienuto il rischio che l’hashish potesse essere fumato in gruppo in azienda, e ciò in quanto la stessa era finalizzata all’uso personale, al di fuori dell’orario di lavoro.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

empty alt

Bandiere blu, riconoscimento a “piscine costiere” ma non all’ecosistema marino

L’assegnazione delle Bandiere blu viene riportata, con la gioia dei sindaci che se ne vantano,...
empty alt

Eva Widdowson-Crane, protagonista della Giornata internazionale delle api

Nel mondo esistono oltre 20000 specie di api, molte delle quali a rischio di estinzione. Il 20...
empty alt

“Il caso Goldman” di Cédric Kahn, film politico-giudiziario tratto da una storia vera

Il caso Goldman di Cédric Kahn, con Arieh Worthalter (Pierre Goldman), Arturo Harari (Avvocato...
empty alt

Alle Europee caccia agli scoraggiati per vincere

Il gradimento elettorale dei partiti viene normalmente misurato in termini percentuali, un numero...
empty alt

Garante privacy: il datore di lavoro non può negare al dipendente l’accesso ai propri dati

Il lavoratore ha sempre diritto di accedere ai propri dati conservati dal datore di lavoro, a...
empty alt

Un faccia a faccia sbagliato, che non si farà. Ma il danno è stato fatto

Ho sempre pensato, fin dalla sua vittoria a sorpresa nelle primarie che l'hanno eletta...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top