Giornale on-line fondato nel 2004

Martedì, 12 Dic 2023

Gualtiero Walter RicciardiDopo aver rivestito per poco più di un anno la carica di commissario straordinario, per Gualtiero Walter Ricciardi si sono aperte le porte della presidenza dell’Istituto superiore di sanità.

Il 5 agosto scorso, infatti, la XII Commissione - Affari sociali - della Camera dei Deputati, con 25 voti (Pd, Fi-Pdl, Area Popolare Ncd-Udc e Scelta Civica) a favore e 5 contrari, ha dato disco verde al Governo per la sua nomina al vertice dell’ente di ricerca di viale Regina Elena.

La discussione svoltasi in Commissione a Montecitorio ha fatto registrare la netta opposizione del MoVimento 5 Stelle, che è stata motivata con una dichiarazione dell’on. Enrico Baroni, che di seguito riportiamo integralmente, così come risulta agli atti parlamentari.

“Massimo Enrico BARONI (M5S), intervenendo in dichiarazione di voto, preannuncia il voto contrario del suo gruppo sulla proposta di parere del relatore per diversi motivi, di legittimità, di metodo e di merito.

Rileva che, riguardo alla legittimità, la nomina del professor Gualtiero Ricciardi a commissario straordinario dell'Istituto superiore di sanità, effettuata ai sensi dell'articolo 15 del decreto-legge n. 98 del 2011, già inibisce o comunque rende di per sé problematica la candidatura e la nomina a presidente del medesimo Istituto, per quattro motivi.

Emergono, infatti, dubbi di legittimità sull'avvenuta nomina a commissario di un soggetto che, non avendo le competenze contabili e finanziarie, era deputato esclusivamente ad un risanamento finanziario ma che di fatto ha travalicato tali compiti approvando anche lo Statuto con una procedura sulla quale vi sono dubbi rilevanti di illegittimità.

Rileva, inoltre, che il ruolo di Commissario straordinario è stato svolto dal professor Ricciardi senza collocazione in aspettativa, ciò in probabile violazione della normativa vigente. Tale fatto espone il soggetto designato ed i soggetti che lo hanno nominato a possibili giudizi e contenziosi dinanzi agli organi amministrativi e contabili, con effetti imprevedibili sulle amministrazioni coinvolte. Risulta infatti che il professor Ricciardi, come dallo stesso soggetto confermato in sede di audizione, dopo la nomina a commissario abbia continuato a ricoprire sia il ruolo di professore universitario sia il ruolo di direttore del Dipartimento per l'assistenza sanitaria di Sanità pubblica del Policlinico Universitario «A. Gemelli», oltre al ruolo di direttore della Scuola di specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva.

Fa presente, inoltre, che in costanza della carica di Commissario non risultava rinvenibile sul sito dell'ISS la pubblicazione, obbligatoria, né della dichiarazione dei redditi né dei compensi e dei rimborsi a carico della finanza pubblica, in palese violazione delle norme sulla trasparenza e sulla prevenzione della corruzione.

Ricorda che l'incarico di commissario straordinario implica numerose e diffuse incompatibilità ai sensi della normativa vigente, a cominciare dal decreto legislativo n. 39 del 2013, evidenziando che generalmente per tutte le nomine di commissario straordinario vige una inconferibilità successiva ad assumere l'incarico di presidente. A tale proposito richiama anche un recente orientamento dell'ANAC del 6 maggio 2015. Sottolinea, al riguardo, la ragionevolezza di separare, per ovvi motivi d'imparzialità e di appropriatezza delle motivazioni sottese alla nomina, l'incarico commissariale straordinario dalla nomina di presidente.

Relativamente al metodo seguito per la nomina, sottolinea due elementi di criticità: l'incomprensibilità di una inversione di tendenza rispetto alla procedura di nomina del precedente presidente dell'ISS avvenuta a seguito di interpello pubblico, con una commissione di valutazione costituita con decreto e susseguente individuazione Pag. 308di una rosa di ben 27 candidati; il contrasto con le procedure utilizzate negli altri enti pubblici di ricerca analoghi all'ISS nel mondo (National Institute of Health americano, Imperial College inglese), che istruiscono procedimenti pubblici di interpello e di valutazione comparativa tra più candidati.

In relazione al merito, rileva la diffusa sussistenza di numerosi conflitti d'interesse risultanti da una commistione con case farmaceutiche o simili, laddove, ad esempio, il professor Ricciardi ricopre oppure abbia ricoperto l'incarico di membro dell’European Steering Group sulla sostenibilità dei sistemi sanitari e relatore del Libro Bianco europeo, iniziativa finanziata dalla casa farmaceutica AbbVie, e l'incarico di responsabile scientifico del Primo Libro Bianco sull’Health Technology Assessment in Italia e del progetto ViHTA (Valore in Health Technology Assessment), iniziative finanziate da GlaxoSmithKline.

Ricorda che già da commissario il professor Ricciardi, al di fuori delle competenze richieste al ruolo di commissario, ha avanzato la proposta di creare all'interno dell'ISS un Centro nazionale per l’Health Technology Assessment, i cui obiettivi sembrano coincidere con quelli di GlaxoSmithKline nel programma ViHTA.

Ribadisce che, per le suddette motivazioni, il suo gruppo ritiene assolutamente non opportuna la nomina proposta dal Governo, anche a tutela dello stesso Ministero della salute e dell'ISS, che è un organo tecnico-scientifico del Servizio sanitario nazionale che persegue la tutela della salute pubblica, a salvaguardia del principio universalistico e di equità, apprezzato in tutto il mondo. Evidenzia che il MoVimento 5 Stelle ritiene che, nell'ottica di una sostenibilità del Servizio sanitario nazionale, sia decisivo e necessario cambiare il modello attuale di governance, a cominciare dal meccanismo delle nomine, a suo avviso indecoroso, ivi inclusa quella del presidente dell'ISS.

Consapevole del fatto di rendere la dichiarazione di voto in una sede in cui la forma di pubblicità prevista è il resoconto sommario, rimanda al blog del suo sito per l'esposizione completa e dettagliata della propria valutazione in ordine alla proposta di nomina in oggetto”.

ARTICOLI CORRELATI

Gualtiero Walter Ricciardi, medico, accademico, politico e attore è il nuovo commissario dell’Iss

AGGIORNAMENTI

Con una nota diffusa il 2 settembre 2015, il ministro della Salute, ha ufficializzato la nomina di Gualtiero Walter Ricciardi alla presidenza dell'Istituto superiore di sanità, a seguito della registrazione del relativo provvedimento da parte della Corte dei conti.

empty alt

“Ferrari”, un film che attrae e al contempo destabilizza

Ferrari, regia di Michael Mann, con Adam Driver, Shailene Woodley, Penélope Cruz, Sarah Gadon,...
empty alt

Trasferimento per assistere familiare disabile, provvedimento non revocabile

Il provvedimento con il quale è stato disposto il trasferimento di sede di una dipendente per...
empty alt

Governo Meloni e l’equivoco della “coperta corta”

Giorgia Meloni cerca di manovrare il più possibile per nascondere il segno socialmente...
empty alt

Katalin Karikó, sconfitte e successi della Nobel per la medicina 2023

Con lei salgono a 13 le scienziate che hanno ricevuto il prestigioso premio per la medicina. L’ha...
empty alt

Appia Antica, la “Regina Viarum”: webinar con lectio magistralis di Filippo Coarelli

Enrico del Vescovo, presidente della Sezione Italia Nostra Castelli Romani, in collaborazione con...
empty alt

Natale e luminarie, vademecum per evitare possibili incendi domestici

“Ogni anno durante il periodo natalizio la cronaca, purtroppo, porta in primo piano numerosi...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top