Giornale on-line fondato nel 2004

Domenica, 16 Giu 2024

“Come possono le donne avere fiducia in sé stesse, se nella storia della scienza non c’è traccia di un passato che rassicuri le giovani sulle proprie potenzialità e se anche le grandi ricercatrici hanno fatto di tutto per negare alle donne dei trascorsi?”.

Questo chiedeva la fisica Agnese Seranis (1942-2008), nel suo bel libro "Il filo di un discorso", alla Nobel Barbara Mc Clintock, eletta dal femminismo degli anni '80 a modello di come si possa operare nella scienza con un metodo diverso.

La grande biologa, infatti, considerava se stessa “un’eccentricità” nel mondo della ricerca, come se si ritenesse "un errore della natura". Eppure è stata la sola a concedersi totalmente alla visionarietà della propria mente e il suo modo di lavorare è stato il più vicino alla sensibilità delle donne, in quanto partiva da un nuovo punto prospettico.

Evelyn Fox- Keller ha definito il metodo di Barbara Mc Clintock “sintonia con l’organismo" e riteneva che la sua fosse "una scienza diversa" perchè la ricercatrice non analizzava solo un "segmento", ma teneva conto dell'insieme, al contrario della "scienza maschile che segmenta, modellizza, domina l'oggetto di ricerca e è nemica della complessità".

La "sintonia con l’organismo" si oppone al classico paradigma dell’oggettività scientifica, ma ha condotto Barbara McClintock a scoperte rivoluzionarie in campo genetico, premiate con il Nobel per la Medicina nel 1983.

Oggi le cose sono molto cambiate: le scienziate rivendicano i loro successi senza sentirsi "diverse" e ciò aiuta le ragazze a non considerare la scienza un luogo solo maschile.

"Ogni volta che una donna si alza in piedi, anche se non lo sa né lo desidera, si sta alzando non solo per sé, ma per tutte le altre”. (Maya Angelou)

Per saperne di più: Sara Sesti e Liliana Moro, "Scienziate nel tempo. Più di 100 biografie", pag. 250, € 16, Ledizioni, Milano 2020. In libreria e on line anche in versione e-book a € 6.99.

(11 - continua)

 Sara Sesti
Matematica, ricercatrice su " Donne e scienza", collabora con l'Università delle donne di Milano
facebook.com/sara.sesti13

empty alt

“La treccia”, film che attraversa tre Paesi e le vite di tre donne coraggiose

La treccia, regia di Laetitia Colombani, Kim Raver (Sarah), Fotinì Peluso (Giulia), Mia...
empty alt

Leucemia mieloide acuta, identificati nuovi approcci terapeutici

L’identificazione di nuovi approcci terapeutici per la leucemia mieloide acuta è il tema di...
empty alt

Investimenti record del Dragone per l’accaparramento di minerali critici

In un anno, il 2023, in cui gli investimenti globali sui minerali critici sono cresciuti del 10...
empty alt

“L’altra mappa”, donne in viaggio alla scoperta del mondo

L'altra mappa di Luisa Rossi, pubblicato nel 2005, ci ha permesso di scoprire le prime...
empty alt

Ricerca UniPavia: i bambini soffrono di ecoansia

Preoccupazione, tristezza, rabbia: sono solo alcune delle emozioni più associate dai bambini...
empty alt

Elezioni, ha vinto chi ha perso di meno

L’analisi del consenso elettorale basata sulle percentuali è sicuramente la più immediata ed...

Ti piace l'informazione del Foglietto?

Se ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenendoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto. Anche il costo di un caffè!

SOSTIENICI
Back To Top