23. 10. 2017 Ultimo Aggiornamento 20. 10. 2017

Il Cnr apre i cantieri. Ma si indebita per 13 milioni con la Cassa Depositi e Prestiti

Il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), con entrate accertate, nel 2016, pari a 814 milioni, di cui 587 assegnati dal Miur, non avendo risorse per finanziare alcuni degli interventi previsti nel Piano triennale di attività edilizia 2016-2018, approvato dal cda dell’ente il 16 dicembre 2016, riguardanti sedi disseminate sul territorio nazionale, nei mesi scorsi ha bussato alla porta della Cassa depositi e prestiti (Cdp) - società per azioni a controllo pubblico, il cui azionista di maggioranza è il Ministero dell’economia e delle finanze - chiedendo e ottenendo un mutuo di poco superiore a 13 milioni di euro.

Leggi Tutto

Cnr. Dopo cinque anni, Tullio Pozzan succede a se stesso alla direzione del Dsb

Il Dipartimento scienze biomediche (Dsb) del Consiglio nazionale delle ricerche, dopo otto mesi di interim, ha un “nuovo” direttore pleno jure. Si tratta di Tullio Pozzan, 68 anni, Ordinario di Patologia Generale presso l’Università di Padova, presidente della Fondazione "Gabriele Monasterio" (di cui il Cnr è cofondatore assieme alla Regione Toscana), già al vertice del Dsb dal 1° febbraio 2013, a seguito della nomina da parte del consiglio di amministrazione, avvenuta con delibera n. 187/2012.

Leggi Tutto

Il Cnr ha ripianato 350 milioni di disavanzi? Miur e Mef dovranno rispondere al Senato

Undici senatori del Movimento 5 Stelle (primo firmatario, Nicola Morra), due giorni fa, hanno presentato un atto di sindacato ispettivo (n.4-08070), rivolto ai Ministri dell’istruzione, dell’università e della ricerca e dell’economia e delle finanze. L’atto, che di seguito riportiamo integralmente, riguarda la gestione economico-finanziaria dell’ente nel quadriennio 2012-2015, della quale più volte si è occupato anche il nostro giornale.

Leggi Tutto

Cnr. L’affare Myrmex finisce in Parlamento

Lo scorso 2 agosto, dodici senatori del Movimento 5 Stelle (primo firmatario, Nicola Morra) hanno presentato un atto di sindacato ispettivo (n. 4-07972), rivolto al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca. L’atto, che di seguito riportiamo integralmente, riguarda una vicenda della quale più volte si è occupato il nostro giornale.

Leggi Tutto

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più