11. 12. 2018 Ultimo Aggiornamento 16. 11. 2018

Ingv umiliato: parere negativo dell’Anvur per i dottorati di ricerca

L'INGV non è stato accreditato a svolgere il Corso di Dottorato di Ricerca (XXXIII ciclo) in discipline geofisiche. È la conseguenza di un parere decisamente negativo dell'ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca) espresso sia in un primo esame che in un riesame successivo, richiesto dai vertici dell'Istituto e dai proponenti. Il parere è stato dato sulla base della Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR) per il periodo 2011-2014.

Leggi Tutto

La gravità del momento e le sue variazioni ischitane

Sul quotidiano Il Mattino del 25 agosto scorso Maria Giovanna Capone racconta l'esultanza di Giuseppe De Natale per la correzione degli errori commessi dall'Osservatorio Vesuviano (OV), sezione napoletana dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), nel determinare i parametri focali del terremoto di Casamicciola del 21 agosto. Ognuno è libero di esultare per ciò che vuole, ma fa specie che si esulti quando è in gioco la credibilità dell'istituzione di cui si fa parte da decenni.

Leggi Tutto

Enzo Boschi: “Quel mio tweet che ha scatenato un pandemonio”

La sera del 21 agosto guardavo SkyTg24 quando cominciarono ad apparire immagini di crolli provenienti da Ischia. In sovrimpressione, i dati dell'Istituto Nazionale di Geofisica (INGV): magnitudo 3.6, profondità focale 10 km ed epicentro in mare ad alcuni km dall'Isola. Considero corretta la localizzazione, visto che è stata già comunicata ai media; è stata determinata grazie alla rete sismica nazionale centralizzata, che consiste in più di 400 stazioni, a cui si aggiunge la rete sismica ischitana gestita dall'Osservatorio Vesuviano (OV), con sede a Napoli, dello stesso INGV. Dalle immagini ho l'impressione che sia sottostimata la magnitudo e lo scrivo in un tweet.

Leggi Tutto

“Quando c'era Boschi si navigava a vista ...”

Voglio ricordare, con grande ammirazione e tanto affetto, lo straordinario atto di stile e di dignità del Presidente della Repubblica che, con il decreto n. 29/C/2016, di cui ha dato informazione soltanto Il Fatto quotidiano, ha disposto la stabilizzazione dei precari del Quirinale che hanno superato i 36 mesi di servizio, in applicazione della normativa interna e dei principi europei, nonostante l’Organo costituzionale non sia obbligato ad attuarli.

Leggi Tutto

Sei arrivato fin qui...continua a leggere

banner iscriviti sindacato

Ti piace quello che leggi?

Se ci leggi e ti piace quello che leggi, puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro sostenedoci con quanto pensi valga l'informazione che hai ricevuto: anche il costo di un caffè! 

 

I cookie ci aiutano a fornirti i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più